Clicka se ti piace il blog

Clicca MI PIACE se davvero ti piace questo blog

Cerca

Meteo



Ecco cosa c'è adesso sulla testa degli italiani


Cliccando sulla foto di apre un nuova finestra con l'animazione

Nel riquadro qui in basso, scrivete nell'apposito spazio il nome della località che volete monitorare e voilà!



Se mi è permessa una notazione, prima di salpare - fosse anche un'uscita di solo qualche ora - non fidatevi del vostro istinto. Consultate le previsioni del tempo e ascoltate i bollettini sul vostro apparato Vhf. E non è mai superfluo fare una chiacchierata con i pescatori, veri esperti del tempo locale. E ancora: nei portolani, spesso ci sono delle indicazioni che vanno seguite. Come, per esempio, se ci sono nuvole su quella particolare montagna, significa che nel giro di qualche ora arriverà vento forte da una determinata direzione. Una volta al largo, studiate le onde, soprattutto in presenza di "mare morto". In questo caso, le onde indicano una burrasca già passata (e questo lo sapete già) oppure ne anticipano un'altra. E ne indicano anche la direzione. Un consiglio: prendete l'abitudine di consultare il barometro (la sua presenza a bordo è indispensabile) e di segnare in un quaderno, ogni 12 ore, i valori della pressione. Una brusca discesa annuncia maltempo, una brusca risalita bel tempo. Ma in ogni caso vento forte. Se invece, la salita o la discesa dell'ago è lenta, almeno saprete che non ci sarà vento forte.
Qui di seguito, vi indicherò alcuni siti che a mio avviso sono attendibili. Io li consulto spesso e non sono mai stato "tradito".

Meteolive
Consorzio Lamma
Windfinder