Clicka se ti piace il blog

Clicca MI PIACE se davvero ti piace questo blog

Cerca

mercoledì 6 luglio 2016

Domani si va a Casalvelino. E poi, pian piano, a "casa"

Il porto di Agropoli
Ieri mattina, a malincuore, ho lasciato Salerno e in questo momento vi scrivo da Agropoli. Da una sede della Lega Navale ad un'altra. Devo dire che in queste mie scorribande per il mediterraneo, non c'è una sola Lega Navale dove non mi sia sentito accolto e coccolato. Io sono socio della sezione di Palermo Centro anche se - visto che tengo la barca a San Nicola l'Arena - non faccio molta vita associativa. Anzi, non ne faccio e spero di essere perdonato.

Eppure mi piacerebbe, al mio ritorno, starmene due giorni alla Cala e rifare, come in due altre occasioni, una piccola festa di Horus. Chi ha partecipato alle altre sa che non si tratta di una vera e propria festa. la festa ce la facciamo tra di noi. Insomma, si sa che Horus starà ferma in un pontile per uno o due giorni e si va lì per bere un bicchiere, per fare una rimpatriata, per conoscere nuovi amici, per cazzeggiare. a me piacerebbe e spererei anche che la cosa piacesse alla Lega Navale palermitana.
Il porticciolo Masuccio Salernitano
Io non so se la lega Navale sia una setta, una confraternita oppure, come credo fermamente, una grande famiglia. A me fa bene vedere come sono accolto, dai presidenti, dai funzionari o dai marinai: come se fossi uno di casa. A Salerno e a Castellammare (ma è successa la stessa cosa l'anno scorso a Sciacca) quasi quasi ho ricevuto pressioni per restare.
Ma adesso è giunto il momento di cominciare davvero a scendere verso "casa". A Salerno non sono stato bene e ancora mi devo riprendere del tutto. Confesso che forse stavolta ho chiesto al mio fisico qualcosina in più del dovuto, ma farmi almeno mille miglia di navigazione era un mio piccolo obiettivo e riuscirò a portare a termine questo mio impegno. Impegno preso con me stesso, beninteso.
Rispetto allo scorso anno, stavolta ho tempi di recupero dalla fatica un po' più lunghi, ma a me il tempo non manca. E neppure la testa dura. E quando non si sta benissimo si ha voglia di casa. Anche gli animali, quando non stanno bene, si rifugiano nella loro tanta. E la mia tana è San Nicola, con i suoi matti, con i sorrisi delle persone, con Mario e la sua famiglia che ormai sono la mia famiglia. Diciamolo pure: dal punto di vista pratico non cambia nulla, ma quando si è a "casa", con quel che ne consegue, ci si sente protetti e meno vulnerabili. Non farò bene alla salute, ma certamente tira su il morale. E se il morale è su, va meglio anche il resto.
Domattina, dunque, si torna in mare. Il tempo sarà buono o forse no: c'è di nuovo instabilità nell'atmosfera e questo rende difficile fare ogni tipo di previsione. Specialmente a me che non conosco il microclima di queste parti. però, da buon marinaio (perdonatemi la presunzione) mi sono informato con la gente di qua. parto presto per evitare la termica che mi arriverebbe dritto sulla prua fino a Punta Licosa. Quando si alzerà questo "vento" che qui arriva e spesso supera i 20 nodi, io avrò già doppiato la punta e la termica la prenderò al giardinetto. La migliore delle combinazioni possibili.
Se avessi tempo (in effetti iol tempo non manca, ma un po' di volontà sì), mi fermerei ad Acciaroli che tutti mi dicono essere bellissima. Andrò per un paio di giorni a Casalvelino, indicatomi da Paolo, un amico della lega di Pozzuoli: ho chiamato già il porto e mi aspettano per la tarda matti nata o primo pomeriggio di domani.
Poi farò poche miglia e per due o tre giorni vorrei stare all'ancora prima nella baia a Ponente di Palinuro e poi nella Baia del Buon Dormire. Da qui, molto probabilmente, mi sposterò a Marina di Camerota, un altro gioiello del nostro Sud dove vorrei conoscere amici con i quali ci scambiamo quattro chiacchiere su facebook. Da Marina di Camerota o vado a Maratea, nei pontili della lega navale (o, in alternativa in una baia a ponente del porto), oppure all'ancora al ridosso dell'Isola di Dino. Poi, poi si vedrà.




Se volete, qui sotto ci sono dei pulsantini per condividere questo post sulla vostra pagina Facebook o sul vostro Twitter