Clicka se ti piace il blog

Clicca MI PIACE se davvero ti piace questo blog

Cerca

lunedì 21 gennaio 2013

Il Portolano di Horus: S. Nicola l'Arena (Palermo)




 38°01',07N
 13°37',19E
Il porticciolo di S. Nicola L'Arena è protetto da due lunghi moli orientati mediamente per nord-est: nella parte interna del molo di sopraflutto si dipartono due moletti in direzione sud-est. Su entrambi i moli foranei sono disposti numerosi pontili galleggianti in concessione a privati.


Il porticciolo di S. Nicola l'Arena


Radio:
VHF canale 16 - 14 dalle ore 08.00/20.00

Posti barca:
800 di cui il 10% riservati al transito
Lunghezza massima:
25 m (pescaggio massimo 2/3m)
Orario di accesso:
continuo

Accesso:
tenersi al centro del canale.
Fondo marino:
sabbioso, roccioso

Fondali:
da 0,50 a 4,00 m
Venti:
quadranti occidentali

Traversia:
NE, SE

Ridosso:
da SW, W, NW nell'avamporto; da tutti i venti nel resto del porto
Fari e fanali:
3253 (E2027) - fanale a lampi verdi, periodo 3 sec., portata 3M,
sulla testata del molo di sopraflutto. I servizi erogati sono i seguenti
Servizi
- Distributore di benzina, gasolio e miscela in banchina (h. 08.00/13.00 - 15.00/20.00)
- prese acqua ed energia elettrica
- illuminazione banchine
- scivolo
- scalo di alaggio
- gru fissa fino a 15 t ed autogrù fino a 70 t
- rimessaggio all’aperto/coperto
- riparazione motori
- riparazioni elettriche ed elettroniche
- riparazione scafi in legno e vtr
- riparazione vele
- guardianaggio, pilotaggio, ormeggiatori e sommozzatori
- servizi antincendio
- ritiro rifiuti
- servizio meteo
- servizi igienici e docce
- rifornimento alimentare
- parcheggio auto


Contatti
Calogero Marino
Cell. 328.7357358 Tel. 091.8125946
Fax 091.81012070
Davide Messina
Cell. 346.7655355

San Nicola l’Arena (secondo l’antica denominazione San Nicolò l’Arena Tonnara) è una frazione di Trabia, piccolo comune in provincia di Palermo in Sicilia. San Nicola è un piccolo paesino che vive principalmente di pesca e di agricoltura, è anche un centro balneare e dista dal capoluogo siciliano circa 32 chilometri. L’agglomerato di case si sviluppa attorno all’asse viario portante che risponde al nome di corso Umberto Primo, e che non è altro che la prosecuzione all’interno della bella borgata marinara della Strada Statale 113.
Chi passa da San Nicola o chi approda dal mare può visitare il castello, il porticciolo turistico, il lungomare e la chiesa madre dedicata a San Nicola di Bari. Di notevole interesse naturalistico è anche la Riserva Naturale Orientata di Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto.
Il Castello di S. Nicola


Il Castello e la Tonnara. Ancora oggi sono visitabili le tre torri, una torre di guardia di notevoli dimensioni e due più piccole situate sul lato maggiore. Nato come piccolo borgo peschereccio, si sviluppa intorno alla torre maggiore del castello di San Nicola di proprietà dei principi Vanni Calvello di San Vincenzo; la struttura fu eretta per allertare gli abitanti del luogo dalle incursioni dei Turchi. Punto di riferimento per il turismo nautico è la Tonnara di corsa, probabilmente la tonnara siciliana con la più antica concessione regia, risalente al 1367 e rimasta in attività fino al 1935. (da Wikipedia)