Clicka se ti piace il blog

Clicca MI PIACE se davvero ti piace questo blog

Cerca

lunedì 11 aprile 2016

Deciso, si parte il 4 maggio

Oggi abbiamo completato quella che io chiamo una "pupiata". Per i non siculi, un po' di teatro. Insomma, una giornalista brasiliana è stata per un mese ospite a bordo di Horus con l'improbo compito di girare un documentario sulla mia vita per conto della produzione Carvalho di san paolo.. Misteri della comunicazione.
Domattina Annete tornerà in Brasile con tutto il materiale (video e interviste) realizzate in questi giorni e io mi metterò di buzzo buono a mettere a punto Horus per il mio vagabondaggio nel Mediterraneo.


Confesso che ci sono molte cose da fare: manutenzione al motore, installazione di un supporto in testa d'albero per rendere definitivo il montaggio della mia long-wire (un'antenna filare che sarà di una trentina di metri per la mia radio SSB in onde corte), la pulizia della carena da affidare ad un sub (la pulizia vera e propria si farà a settembre, quando farò asciugare la piccola Horus per qualche settimana), rinnovare l'iscrizione alla Lega Navale, ricaricare tre delle cinque bombole di gas e, imprtantissimo, cambusa per almeno quattro mesi.
La giornalista brasiliana Annete Moreira Milesi durante la sua "pupiata" siciliana

L'idea, che può essere cambiata in ogni momento, è risalire l'Italia fino all'Elba, passare da Capraia e dallo scoglio della Giraglia, scendere lungo la costa occidentale della Corsica, attraversare le Bocche di Bonifacio, scendere lungo la costa orientale della Sardegna per poui tornare "a casa" a S. Nicola L'Arena.
Con i mie grandi amici Mario e Monica
Navigando quasi sempre sotto costa e in solitario, è ovvio che trascorrerò le notti in qualche porto o in qualche baia. Ma nella prima parte di questo mio piccolo viaggio non sarò solo: sarà a bordo con me Mario, un amico che per me è molto più di un amico. E' velista da poco tempo e ha voglia e passione da vendere. Approfitto della sua compagnia per fare una prima tappa di un centinaio di miglia per andare a Gioia Tauro e poi a Vibo, dove incontrerò amici vecchi e nuovi. Poi lui, dopo aver avutro il battesimo di un paio di veleggiate notturne, tornerà in Sicilia e io proseguirò verso Nord.
In questa mia rotta, sarò sempre raggiungibile, oltre che per telefono, email e facebook, anche sulle frequenze dei radioamatori: su fb, di volta in volta, darò la mia frequenza di lavoro.
Ecco, il mio viaggio comincia adesso: anche fare cambusa e preparare rotte e portolani è navigare.
A presto, amici miei.



Se volete, qui sotto ci sono dei pulsantini per condividere questo post sulla vostras pagina Facebbok o sul vostro Twitter